Tour della Sicilia visto da una siciliana

Spread the love

Questo viaggio è stato merito di Ana, io ho solo preso l’aereo. Per chi non lo sapesse, Ana giocava in casa, essendo Siciliana. Il Sicily Tour che abbiamo fatto è stato interamente organizzato da lei e la cosa strana è che anche lei ha visto tutto con occhi diversi, quasi con i miei occhi, come se non ci fosse mai stata. Da quando l’ho conosciuta non ha fatto altro che dirmi: “Ti devo portare in Sicilia, te ne innamorerai e non vorrai più andare via, fidati.” A sentire queste sue parole io rimanevo sempre un po’ titubante, ero sicura che la Sicilia fosse bellissima, ma finchè non l’ho vista dal vivo e vissuta sulla mia pelle, non pensavo sicuramente che non me ne sarei più voluta andare. Ma soprattutto, non pensavo che andarci mi avrebbe fatta innamorare ancora di più di Ana.

Immaginate un piccolo scrigno sul mondo. Di questo scrigno sapete poco: visto in foto è molto bello e attira la vostra attenzione. Le persone che ci sono state affermano: “lo scrigno è davvero bello visto dall’interno, fidati, ci devi andare”. Dalle persone che ci sono nate sentite dire: “credimi, se nel mio scrigno ci fosse stato il lavoro, non me ne sarei mai andato”. Raggiungetelo e apritelo. Siete in Sicilia! Se non ci siete mai stati, come me fino a qualche mese fa, non potrete mai immaginare cosa vi aspetta. Già quando starete per atterrare, se atterrerete a Catania, vedrete l’Etna. La prima immagine bellissima che vi colpirà dritto in faccia.

Destinazione: Sicilia 

Periodo: estate 

Durata del soggiorno: dal 30/07/2017 al 14/08/2017

Iniziamo con i posti scelti da Ana per il nostro tour.

CEFALù

Cefalù è stata una delle mie spiagge preferite per diversi motivi. Il primo logicamente è la bellezza della spiaggia, l’acqua è trasparente e la spiaggia ben curata. Io e Ana abbiamo anche affittato un pedalò e ci siamo fatte una nuotata al largo, dove l’acqua è blu zaffiro. Il secondo è il tramonto. Le spiagge siciliane sono famose per avere ognuna il suo tramonto caratteristico: quello di Cefalù è mozzafiato. Il terzo motivo è il paesino, piccolo ma storico, affascinante e sorprendentemente movimentato. Quella sera c’erano le bancarelle e in particolare sono stata colpita da un ragazzino di circa 10 anni che sembrava un angioletto: riccio, occhioni blu e in carne. Stava dietro ad una bancarella di salumi e formaggi e aiutava i suoi genitori a vendere e a fare gli assaggi per le persone con una tale passione e una tale dolcezza che mi sono dovuta fermare, comprare qualcosa e lasciargli la mancia. La Sicilia è questa: piccole deliziose cose che a vederle ti riempie il cuore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

VALLE DEI TEMPLI E SCALA DEI TURCHI

Che dire. A valle dei templi vi sentirete un po’ nell’antica Grecia, potrete visitare i templi che si conservano in ottimo stato e anche un museo dove sono conservati tutti gli oggetti ritrovati durante gli scavi. Vi consiglio di non andarci in giornate troppo calde come abbiamo fatto noi, perchè si cammina tanto ed il percorso è tutto sotto il sole. Se volete saperne di più, cliccate qui. La Scala dei Turchi invece è una parete rocciosa di colore bianco e ha la forma di una vera e propria scala. Si trova sulla spiaggia, quindi vi sarà possibile fare anche il bagno. Attenzione però: il mare e la spiaggia sono bellissimi ma ci sono molte alghe! Anche il tramonto a Scala dei Turchi è mozzafiato, tanto che è tradizione, quando il sole è completamente scomparso, fare un applauso. Imperdibile!

Questo slideshow richiede JavaScript.

TAORMINA

Una delle mete più ambite del mondo. Le spiagge a Taormina sono stupende, in particolare la spiaggia di Isola Bella. Attenzione però: anche qui c’è un tramonto tipico. Il sole calerà proprio dietro di voi e non in direzione del mare, perciò già alle 18:30 probabilmente non potrete più prendere il sole. La cittadina di Taormina sorge a 206 m d’altezza dal mare, è piccola ma molto carina, soprattutto la piazza centrale, dove vengono messi a disposizione dei telescopi attraverso i quali è possibile osservare meglio il panorama. Non dimenticate di passare in profumeria a provare la famosa Acqua di Taormina: rimarrete ammaliati da questo profumo!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se decideste di rimanere qualche giorno a Taormina, andate anche a visitare Castelmola 🙂 per maggiori informazioni cliccate qui. Ciò che vi posso dire io di questo piccolo paese è che troverete un locale chiamato “Turrisi” completamente arredato con il simbolo tipico della città. Qual’è il simbolo? Bhè, io non lo sapevo fino a quando ci sono entrata, non vorrete mica rovinarvi la sorpresa…

SAN VITO LO CAPO E DINTORNI

Tappa fondamentale per chi ama il mare, io ho avuto la sfortuna di trovare la spiaggia di San Vito sporchissima (sfigata per sempre), che è un evento molto raro dato che la spiaggia di San Vito è caratterizzata da acque limpide. Ma ci sono tanti altri luoghi da visitare nei dintorni come ad esempio la Riserva naturale dello Zingaro. Quando noi siamo arrivate, Ana mi aveva detto che avremmo dovuto camminare molto, e anche il signore che stava all’entrata. Ma ragazzi… io non pensavo così maledettamente tanto! per raggiungere la prima spiaggia che è sempre piena, ci vogliono 15 minuti. Per raggiungere la seconda (quella in cui siamo andate noi) ce ne sono voluti 30. Per raggiungere le altre sempre di più e vi dico solo che in totale sono sette! Però… NE VALE LA PENA! Il caldo, il sole cocente che vi fa sentire rimbambiti tutto il tempo e la tortuosità del percorso sono piccolezze che dimenticherete appena vedrete la spiaggia. Un’acqua più trasparente del trasparente stesso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Visitate anche Erice. E’ un borgo medievale che sorge a 751 m d’altezza, sull’omonimo monte. Noi l’abbiamo visitata di sera e purtroppo abbiamo fatto poche foto perchè al buio non venivano bene. In questo borgo sembra che il tempo si sia fermato, tutto è rimasto com’era una volta. Credetemi, vale la pena andare di giorno e visitare il Castello di Venere, il Duomo dell’Assunta e tanti altri luoghi d’interesse che questo bellissimo borgo offre (non per niente fa parte del “circuito dei borghi più belli d’Italia”).

Questo slideshow richiede JavaScript.

FAVIGNANA

Favignana è una piccola isola che fa parte delle isole Egadi. Ci si arriva con il traghetto o con l’eliscafo partendo da San Vito (organizzano moltissime escursioni) oppure da Trapani. Già appena arrivati si può vedere la bellezza delle acque di quest’isola. Tendenzialmente Favignana si può vedere in un giorno o due, affittate un motorino e fate il tour delle varie “Cale” che la compongono! Se avete pochissimo tempo, vi consiglio di andare assolutamente a Cala Rossa o a Cala Azzurra. Vi do la possibilità di scegliere tra le due a causa di un fatto molto curioso: quando a Cala Rossa il mare è calmo e non c’è corrente, a Cala Azzurra invece troverete un mare burrascoso; viceversa se a Cala Azzurra è calmo, a Cala Rossa ci sarà corrente!  Anche le altre Cale sono molto belle e la cosa più divertente è che si rimane un’oretta in ogni Cala per poi sfrecciare a visitare la prossima. Attenzione: Favignana è una meta sconsigliata per chi non sa nuotare o ha paura dell’acqua alta. Le Cale sono stupende ma nella maggior parte non si tocca!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Siamo arrivati alla fine del nostro Sicily Tour! ma io vorrei spendere ancora due parole su questa meravigliosa terra…

POPOLO

I siciliani sono un popolo meraviglioso. Gente di battuta, simpatici, sempre solari, generosi. Non sorprendetevi se vi verrà offerto di tutto! Io personalmente, nonostante nessuno sapesse cosa siamo davvero io e Ana, sono stata accolta benissimo sia dalla sua famiglia che dai suoi amici. Pensate che sono anche stata al matrimonio di una ragazza che non conoscevo assolutamente! Molti anziani vi fermeranno per parlare, il tempo in questa terra vi sembrerà scorrere lentissimo e spererete anche che non passi mai. La verità è che in Sicilia si VIVE FELICI CON POCO!

Anche se manca davvero il lavoro e chi lavora guadagna una miseria, anche se tantissimi giovani se ne stanno andando proprio a causa di questo problema, anche se non ci si riesce a spiegare come possa mancare il lavoro se in Sicilia c’è tutto questo turismo e soprattutto una grossa fetta del settore terziario, non troverete MAI una persona triste. Ogni siciliano è fiero di esserlo ed attaccato alla sua terra come un figlio alla madre, se fossi siciliana anche io mi sentirei così! Vi consiglio di fermarvi a parlare con la gente e sentire cosa le persone hanno da dire… Non ve ne pentirete e avrete modo anche di capire cultura e tradizioni!

CIBO

Provate tutto. Ogni cosa vi capiti sotto mano. In Sicilia si mangia bene ovunque! Certo, ci sono posti che sono migliori di altri ma credetemi, i sapori che sentirete in Sicilia non li sentirete mai da nessuna parte! Mangiate il pesce che troverete freschissimo, andate nelle osterie, negli agriturismi e nelle trattorie e provate i prodotti tipici come pomodori secchi, formaggi, caponata ecc. Provate la rosticceria, tutto ciò che è arancini, pizzette, cipolline e mediterranee.

Per quanto riguarda i dolci, state parlando con una vera appassionata . Anche qui c’è l’imbarazzo della scelta: sfogliate, bomboloni alla crema, cornetti con tutti i ripieni possibili e immaginabili (pistacchio, cioccolato bianco ecc), pasta di mandorla, cannoli, cassate, torte, gelati in tutte le maniere… Insomma, insieme al Sicily Tour, fate anche un Sicily food porn Tour!

Ecco una piccola (davvero minima) parte delle cose che ho mangiato:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Bene… Siamo arrivati alla fine! Vi è piaciuto l’articolo? lasciateci un like e condividete! 

About the Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: