Viaggio a Milano-il mio coming out

Spread the love

Prima di andare a Baden-Baden, siamo state vicino a Milano, nella città dove vive la mia famiglia. Ovviamente abbiamo anche visitato Milano (o quel poco che c’è da visitare), ma ho deciso di scrivere questo articolo dopo, in quanto più impegnativo.

Destinazione: Milano                                                                                                                                                                              Periodo: San Valentino 😀                                                                                                                                                          Durata del soggiorno: dal 10/02/2017 al 17/02/2017

Infatti, quando siamo state a Milano, obbligata dalle situazioni, ho DOVUTO fare coming out. Mio padre viveva (volete sapere che fine ha fatto? seguiteci 🙂 ) a Stoccarda come noi e purtroppo a causa di una persona invidiosa e malefica, è venuto a sapere della mia relazione con Ana. Essendo una persona un po’ limitata mentalmente, mio padre ha iniziato a minacciarmi, dicendomi che se non lo avessi fatto io, lo avrebbe detto lui a mia madre e mio fratello. In pratica non ho avuto scelta. Siamo state una settimana nella mia città, e in questa settimana tutto è andato perfettamente: Ana ha conosciuto i miei amici, i miei gatti, ha avuto la possibilità di conoscere meglio la mia famiglia (li conosceva già perchè ci avevano fatto visita a Natale) e abbiamo conosciuto entrambe il compagno di mia madre.

Diciamo che in questo viaggio ci siamo concentrate su questo. Tranne il terzo giorno, in cui siamo andate a visitare Milano: avendo solo un giorno, abbiamo visitato solo la via dello shopping e il famosissimo Duomo.

Ma torniamo a noi. Come avete visto tra le date, il giorno di San Valentino lo abbiamo passato da me. Siccome mia madre ancora non sapeva nulla, ci ha chiesto di fare qualcosa insieme, dato che il suo compagno era via per lavoro. Il nostro programma era quello di andare al cinema a vedere “cinquanta sfumature di nero”, non avendo una scusa plausibile, ci siamo portate anche mia madre 😀 immaginatevi l’imbarazzo… Nelle scene più hot io e Ana ci coprivamo il viso dalla vergogna mentre mia madre se la rideva allegramente. Dopo il cinema siamo andate al bowling dove ci hanno raggiunte la mia amica di sempre e il suo fidanzato. Ci siamo divertiti un sacco!

La settimana è trascorsa tranquilla e siamo arrivate all’ultimo giorno senza che mia madre sospettasse nulla. Ma io avevo la pressione di mio padre: ero obbligata a dirle la verità. Perciò ho preso coraggio, ho lasciato Ana in camera mia che mi pregava di non farlo. Bhè, meglio che mia madre lo sapesse da me e non da qualcun’altro. Sono andata in salotto, totalmente in ansia, ho fatto un respiro profondo e le ho detto “mamma, devo dirti una cosa”.

Ho la fortuna di avere una mamma molto aperta di mente. Al che, al suo dirmi “dimmi”, le ho detto la verità. Tutta di fila e senza pensarci. Anche che papà mi faceva pressione. Avevo paura della sua reazione e avevo paura che mi avrebbe detto di andarmene, proprio per questo motivo gliel’ho detto l’ultimo giorno. Lei mi ha guardata e mi ha detto: “lo sai che conosco gente di ogni tipo. Donne a cui piacciono le donne, uomini a cui piacciono gli uomini e trans. Lo sai che non mi crea alcun tipo di problema e sai anche che una volta ho partecipato come giudice per eleggere miss trans Italia”. Mi ha anche detto che non decidiamo chi amare, che per lei non c’erano problemi, che ero sempre sua figlia e che comunque quando era venuta a trovarmi a Natale, qualcuno la pulce nell’orecchio gliel’aveva già messa, ma lei non ci ha creduto finchè non gliel’ho detto io. Insomma, tutto liscio come l’olio, come già immaginavo, conoscendo l’apertura mentale di mia madre. Forse il coming out più piatto di sempre.

Il giorno dopo torniamo in Germania. Passa ancora qualche giorno e una sera mia madre mi chiama e mi dice: “ora te la devo dire io una cosa.”. Le dico, un po’ perplessa, “dimmi mamma”, e lei mi risponde: “Massimo (il suo compagno) è tornato. Mi ha detto che nei giorni in cui è stato via, ha parlato con suo figlio. Anche suo figlio gli ha detto una cosa… Anche lui sta con un uomo!”

Insomma, i destini di alcune persone sono proprio intrecciati. Quello di mia madre e il so compagno sembrano proprio essere fatti apposta per incontrarsi. La vita fa giri immensi ma poi ogni cosa si mette al suo posto!

About the Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: